elements

13 10 2014

Il 2014 di Spinelli: annata particolare, ma bilancio positivo.

Il 2014 è stato senza dubbio un anno particolare per la viticoltura, soprattutto a causa di un’intensità di piogge che non si registrava da molto tempo.
Quanto ci ha sorpreso tutto questo? Non molto, dobbiamo dire. Quasi mai si registrano annate uguali e chi lavora in campagna lo sa bene: bisogna essere pronti a fronteggiare situazioni meteorologiche imprevedibili. Rispetto alla precedente annata, sicuramente la produzione risulta più scarsa in termini quantitativi.

Fortunatamente, dalla seconda metà di settembre il clima si è rivelato ottimale ed ha permesso alle uve di ultimare regolarmente la maturazione, consentendoci una vendemmia con terreno asciutto.

in fondo è proprio nelle annate complesse che emerge la professionalità dei vignaioli.
Chi coltiva con dedizione, passione e competenza riesce sempre, pur nelle difficoltà, ad ottenere dei risultati di qualità. Anche questo è il bello della nostra professione: ogni nuova, diversa e imprevedibile annata ci regala l’attesa, la curiosità e l’emozione di valutare un nuovo raccolto e dei nuovi vini.

SHARE ON

Concours Mondial du Bruxelles -…

Spinelli: two prestigious awards from…

STAY IN TOUCH

NEWSLETTER